Canalys: 70% degli smartphone prodotti in Cina venduti negli Stati Uniti

Il 70% degli smartphone venduti negli Stati Uniti nel secondo trimestre del 2020 prodotti in Cina. Lo ha affermato Canalys.

Canalys: 70% degli smartphone prodotti in Cina venduti negli Stati Uniti

Il 70% degli smartphone venduti negli Stati Uniti nel secondo trimestre del 2020 prodotti in Cina. Lo ha affermato Canalys.

I vendor hanno venduto 31,9 milioni di smartphone negli Stati Uniti nel secondo trimestre del 2020, un calo del 5% su base annua, ma un aumento dell’11% su base trimestrale. La ripresa delle attività degli stabilimenti cinesi alla fine di marzo e la riapertura dei negozi a maggio e giugno hanno contribuito in modo determinante alla crescita sequenziale del mercato.

Apple e Samsung hanno rappresentato sette dispositivi su 10 venduti e Apple ha stabilito un nuovo record nazionale nel secondo trimestre, vendendo 15 milioni di iPhone. Apple ha spedito il 15% in più del suo iPhone 11 di punta rispetto al best seller dell’anno scorso, l’iPhone XR. Con il lancio dell’iPhone SE, la quota di mercato trimestrale di Apple è salita al 47%.

Samsung ha raggiunto i livelli di vendita del 2019, ma le sue fortune si sono invertite. Ha spedito il 59% in meno di telefoni della serie Galaxy S20 5G rispetto ai modelli della serie S10 nel secondo trimestre del 2019. Le chiusure dei punti vendita dilaganti hanno immediatamente seguito il riempimento del canale del primo trimestre e Samsung si è trovata a fare affidamento sui suoi dispositivi Galaxy A10e e A20 di fascia bassa per sostenere spedizioni. Il prezzo medio di uno smartphone negli Stati Uniti ha raggiunto i 503 dollari, il 10% in meno rispetto al secondo trimestre del 2019.

Canalys: 70% degli smartphone prodotti in Cina venduti negli Stati Uniti
Canalys – Vendite di smartphone negli Stati Uniti per fascia di prezzo, dal 1 ° trimestre 2017 al 2 ° trimestre 2020

L’analista di Canalys Vincent Thielke ha dichiarato: “Poiché la pandemia di coronavirus ha costretto i consumatori a rimanere a casa, l’adozione del 5G negli Stati Uniti non è riuscita a decollare. Chiusure di negozi e timori di virus hanno limitato l’interazione con i modelli dimostrativi, i budget limitati dei consumatori hanno ulteriormente limitato il potere di spesa e con la scarsa copertura della rete 5G nei sobborghi americani, i consumatori hanno visto molte ragioni per acquistare un dispositivo 4G. Nonostante lo scarso lancio del 5G fino ad ora, un forte marketing dei vettori nei prossimi trimestri sarà determinante per catalizzare un periodo di transizione pluriennale da LTE a 5G “.

Il programma Lifeline, sovvenzionato a livello federale, fornisce telefoni scontati per gli americani a basso reddito. Mentre milioni di persone si trovano senza lavoro, i distributori stanno aumentando gli ordini di smartphone Android di fascia bassissima di marchi meno noti, come Unimax e Wiko, per i cittadini qualificati. “La maggiore disoccupazione ha ridotto la scelta dei consumatori, in alcuni casi limitando la possibilità di acquistare un nuovo dispositivo o coprire le spese relative al telefono. Con le difficoltà economiche che probabilmente persistono, il segmento sotto i 400 dollari è pronto a guadagnare più importanza, in particolare perché Google e altri giocatori Android aumentano la loro esposizione ai segmenti di fascia bassa e media “.

Circa il 70% degli smartphone spediti negli Stati Uniti nel secondo trimestre del 2020 sono stati prodotti in Cina, rispetto al 60% del trimestre precedente. “Le tensioni tra Stati Uniti e Cina si sono intensificate negli ultimi anni, creando un perenne stato di incertezza per tutti i fornitori di smartphone ad eccezione di Samsung e LG. Il peggioramento delle relazioni ha portato a un’estrema instabilità che ha spinto gli spettatori globali ad attendere con impazienza le elezioni presidenziali di novembre. Questo potrebbe guidare la guerra commerciale USA-Cina in una nuova fase di distensione – o riaccendere le fiammate “.

Canalys: 70% degli smartphone prodotti in Cina venduti negli Stati Uniti