NFON: primo semestre positivo ma restano le incertezze del periodo

I ricavi totali di NFON sono aumentati del 24,5% a 32,8 milioni di euro. L'EBITDA rettificato è stato positivo a 1,4 milioni di euro (primo semestre 2019: -2,6 milioni di euro).

Esprinet brinda a un semestre con segno positivo

NFON ha pubblicato la relazione semestrale 2020. NFON ha beneficiato dello slancio della crescente digitalizzazione nella comunicazione aziendale. I ricavi ricorrenti sono aumentati del 28% a 28,7 milioni di euro rispetto all’anno precedente (primo semestre 2019: 22,4 milioni di euro).

I ricavi totali sono aumentati del 24,5% a 32,8 milioni di euro (primo semestre 2019: 26,3 milioni di euro). Nel complesso, i ricavi ricorrenti hanno quindi rappresentato l’87,6% dei ricavi totali (H1 2019: 85,2%).

Anche l’ARPU (Average Revenue Per User), ovvero il ricavo ricorrente medio su tutti i servizi, canali di vendita e paesi per utente, si è evoluto positivamente. Nella prima metà del 2020, questo ammontava a 9,83 euro dopo 9,76 euro dell’anno precedente.

Questo aumento dell’ARPU con una percentuale molto elevata di ricavi ricorrenti si riflette di conseguenza nello sviluppo degli utili. L’utile prima di interessi, tasse, ammortamenti (EBITDA) è stato pari a 0,8 milioni di euro nella prima metà del 2020 (primo semestre 2019: -3,8 milioni di euro).

L’EBITDA rettificato è stato positivo a 1,4 milioni di euro (primo semestre 2019: -2,6 milioni di euro).
Hans Szymanski, CEO e CFO della società commenta: “L’aumento dell’attività dell’home office dall’inizio di marzo ha portato a una maggiore domanda per le nostre soluzioni basate su cloud e a un aumento dei ricavi dai minuti vocali. Durante il secondo trimestre, questo straordinario aumento è tornato alla normalità. Nel complesso, questa è la ragione per lo sviluppo positivo dei ricavi di NFON. Tuttavia, stiamo anche osservando un effetto completamente diverso: la buona esperienza pratica con la telefonia flessibile e le chiamate in conferenza dal cloud sta convincendo i clienti e sta fornendo ulteriore slancio al mercato della telefonia cloud. Noi di NFON ne trarremo vantaggio “.

Szymanski vede una base solida per il resto dell’anno con un aumento del 21% del numero di posti gestiti dai clienti a 494.132 al 30 giugno 2020 (30 giugno 2019: 408.393).

Allo stesso tempo, permangono incertezze su come si svilupperà la situazione economica in Europa e nel mondo e quale impatto potrebbe avere su NFON. In particolare, i mercati in Spagna, Italia e Francia sono attualmente ancora molto impegnativi.

In questo contesto, NFON conferma anche le sue attuali previsioni per l’intero anno. “Nel complesso, lo sviluppo del primo semestre sottolinea ancora una volta il potenziale del nostro modello di business. Di conseguenza, il nostro focus strategico rimane chiaramente sulla crescita con gli investimenti associati. L’implementazione della nostra strategia ci guida e indica chiaramente la via da seguire ”, ha affermato Szymanski.