Le aziende conoscono il modello multi-cloud ma non sono tattiche

Le aziende hanno un chiaro approccio multi-cloud, ma la realtà è che molte imprese hanno adottato un approccio volto a ottenere risultati in modo rapido e a bassi costi - adattando il loro modello alle specifiche esigenze nel corso del tempo.

Hosted Private Cloud, OVHcloud è Strong performer

Le aziende conoscono il modello multi-cloud ma non sono tattiche. L’approccio multi-cloud significa progettazione, implementazione e integrazione di cloud privati e pubblici. È in quest’area che i partner possono beneficiare di nuove opportunità non soltanto aiutando le società a navigare in questo panorama complesso ma anche a riunire la giusta gamma di IT e servizi.
La tecnologia cloud è un elemento cruciale della strategia IT aziendale. L’approccio “pick’n’mix”, altrimenti noto come multi-cloud, è un fenomeno in crescita tra le aziende ed è volto all’implementazione di soluzioni cloud.
Da una recente indagine condotta da Forrester Research e commissionata da Virtustream, più di 8 decision maker aziendali su 10 definisce la propria strategia “multi-cloud”.

Sollecitati a rispondere in merito al passaggio a piattaforme multiple cloud, i decision maker si sono concentrati sull’importanza della flessibilità e sulla gestione dei costi relativi all’IT. Molti hanno sottolineato che un sistema multi-cloud garantisce un affidabile disaster recovery, maggiore sicurezza e conformità dei dati e livelli di prestazioni variabili.

Il passaggio al multi-cloud segna anche un cambiamento cruciale nel modo di pensare dell’impresa. Avendo alle spalle anni di costose trasformazioni digitali, le imprese sono alla ricerca di soluzioni che forniscano loro i giusti risultati con un ritorno sugli investimenti.

Sono desiderose di allineare l’uso delle tecnologie cloud con obiettivi aziendali tangibili come l’efficienza operativa, la capacità di innovazione e la riduzione dei costi. Con il multi-cloud, le aziende possono giocare sul campo – scegliendo piattaforme cloud in base ai requisiti dei workload e alla loro capacità di mappare i principali obiettivi di business. Questo permette alle aziende di definire le loro strategie multi-cloud in termini di performance e di ottimizzazione dei costi.

Modello multi-cloud è conosciuto ma le aziende non sono strategiche

Secondo Gartner, entro il 2021, più della metà delle imprese globali che già oggi utilizzano il cloud adotteranno una strategia “all-in cloud”. Ciò significherà un numero sempre maggiore di provider e soluzioni cloud all’interno di un’unica infrastruttura. Avere più tecnologie risulta sempre più complesso che averne una sola e il discorso non è diverso per il multi-cloud.
Le aziende possono affermare di avere un chiaro approccio multi-cloud, ma la realtà è che molte imprese hanno adottato un approccio volto a ottenere risultati in modo rapido e a bassi costi – adattando il loro modello alle specifiche esigenze nel corso del tempo. Se da un lato questo approccio produce benefici come una maggiore agilità e un più rapido ritorno dell’investimento, dall’altro genera anche diverse sfide che possono rallentare il processo di adozione. Ad esempio, un multi-cloud mal gestito può danneggiare la velocità con cui un’azienda può reagire ai problemi di sicurezza.

Oltretutto, nonostante la necessità di allineare il più possibile gli obiettivi di business con le strategie relative al cloud, la maggior parte dei decision maker intervistati da Forrester ha manifestato la preoccupazione che gli obiettivi di business non fossero sufficientemente supportati dall’odierna implementazione del cloud. Per esempio, solo un terzo degli intervistati (il 33%) ritiene che il sistema del multi-cloud li stia supportando nell’abbattimento dei costi – uno dei primi obiettivi di business.

È qui che si sviluppa l’opportunità per i partner di canale. Le aziende sono infatti alla disperata ricerca di un esperto che li aiuti a orientarsi in questo contesto di complessità e che riunisca la giusta gamma di servizi IT e servizi per l’ottimizzazione e l’efficientamento dei costi al crescere dell’architettura.

Modello multi-cloud è conosciuto ma le aziende non sono strategiche

Dal momento che le società tendono sempre di più a scegliere diverse piattaforme cloud per diversi workload, questo è il momento giusto per i Managed Service Providers per aiutare le imprese a orientarsi in questo nuovo panorama caratterizzato dalla complessità.
Con il fornitore e il partner di canale giusto, le società possono ridurre al minimo le perplessità ed i problemi spesso associati al cloud e sentirsi a proprio agio nel sapere che i benefici promessi possono essere raggiunti in tempi brevi. L’opportunità per i MSP consiste nel fornire competenze, abilità e soluzioni necessarie per progettare un approccio snello e ottimale per l’implementazione multi-cloud, ad esempio.

Modello multi-cloud è conosciuto ma le aziende non sono strategiche
Adolfo Dell’Erba

Tutte le aziende hanno una notevole quantità di dati da proteggere. Tuttavia, un percorso complesso nel cloud rende estremamente difficile gestire, valorizzare e proteggere questi dati senza le giuste competenze. Questa sfida offre ai MSP la possibilità di trasformarsi da fornitore IT a consulente di fiducia, offrendo una guida sulle strategie dei dati nel cloud pubblico e privato.

Inoltre, poiché la riduzione dei costi è un fattore critico nell’adozione del multi-cloud per l’impresa, i MSP devono garantire che qualsiasi soluzione cloud proposta sia in grado di soddisfare questa esigenza. La chiave del successo per le aziende è trovare il giusto equilibrio tra CapEx e OpEx, garantendo al tempo stesso una sufficiente flessibilità che segua la crescita dell’azienda, ma anche la riduzione del rischio finanziario in caso di riduzione dei consumi.
Una volta terminato il lavoro iniziale, per i Managed Service Provider si prospettano ampie opportunità di servizi professionali di follow-up, fornendo il loro sostegno ai clienti a spostare le nuove applicazioni nel cloud. I MSP possono anche trovare l’opportunità di ampliare la loro offerta per includere soluzioni che non solo offrano i vantaggi del multi-cloud – flessibilità, semplicità ed efficienza – ma garantiscano anche la protezione totale dei dati e la sicurezza.

Costruire le giuste offerte può essere difficile, poiché ci sono molti fattori da considerare. Tuttavia, man mano che l’opportunità del multi-cloud cresce, i Managed Service Provider dovranno certamente differenziare le loro offerte.

Modello multi-cloud è conosciuto ma le aziende non sono strategiche

Nonostante il passaggio al multi-cloud, le aziende esprimono sempre più il desiderio di lavorare con meno interlocutori possibile quando si tratta di trasformazione digitale. Questa tendenza verso soluzioni più complete è qualcosa di cui i MSP dovrebbero certamente essere consapevoli quando progettano le loro offerte per il multi-cloud.

Offrire una soluzione multi-cloud olistica, che fornisca un’infrastruttura e un modello operativo coerente che semplifichi la gestione delle risorse private, pubbliche ed edge, sarà molto interessante per le imprese che partecipano; questo permetterà infatti di avere sotto controllo la loro complessa e tentacolare architettura multi-cloud.

La gestione di un mondo multi-cloud sarà l’obiettivo numero uno per le imprese entro il 2021. Mentre i modelli multi-cloud offrono la flessibilità di cui le imprese hanno bisogno per trasformarsi velocemente, le strategie di implementazione ad hoc inizieranno presto a rallentare il processo di adozione – se non lo hanno già fatto. Questa è un’opportunità per i MSP. Grazie alla loro vasta esperienza nel settore IT, i MSP possono fornire utili raccomandazioni ai clienti sui migliori servizi e tecnologie IT per aiutarli a gestire il loro attuale ambiente multi-cloud. Possono anche fungere da consulenti di fiducia nella gestione e nella trasformazione, collaborando con i fornitori per offrire non solo software, ma anche servizi di formazione e di consulenza.

a cura di Adolfo Dell’Erba, Channel Director Italia, Dell Technologies