Ecco come sarà il polo della videocomunicazione digitale

Svelati alcuni tasselli del nuovo polo sulla videocomunicazione digitale nato dalla fusione di Techlit e SCM grazie al fondo HIG Europe.

Ecco come sarà il polo della videocomunicazione digitale

Il settore della videocomunicazione si è legato molto al settore Ict e, per Techlit, a piccoli step entrato nella galassia Gruppo Project Informatica, era arrivato il momento di far crescere l’azienda, il gruppo in un settore in movimento. Successivamente con Project, Techlit ha ragionato e con il Fondo HIG Europe hanno messo gli occhi su SCM.

E’ così che sta per nascere un nuovo polo dedicato alla videocomunicazione digitale e professionale che, al momento della scrittura, non ha ancora una denominazione ufficializzata ma i ruoli sono già ben definiti. Una realtà che resterà indipendente, una sorta di centro di competenza a supporto delle aziende del gruppo.

Luca Fabiano, cofondatore di Techlit con Tiziana Foiadelli e Carlo Radaelli, soci e amministratori di SCM diventano tutti e tre amministratori delegati del nuovo polo d’eccelleza.

“L’operazione, stante la perfetta complementarità di Techlit e SCM, consentirà di sfruttare importanti sinergie a tutti i livelli e di portare all’interno del gruppo Project Informatica nuove competenze nei sistemi di comunicazione digitale per soddisfare una più ampia platea di clienti in tutti i settori”, ha detto Fabiano.

Foiadelli ha commentato: “L’ingresso nel gruppo Project Informatica, supportato da un fondo di private equity internazionale come HIG Capital, è un passo importante di un’azienda ultraventennale e con radici famigliari che le consentirà di accelerare il suo percorso di crescita su scala nazionale”.

“Sono convinto che i nostri clienti apprezzeranno questa evoluzione che ci consentirà di dar loro risposte ancora più puntuali soddisfacendo le richieste a 360 gradi”, ha aggiunto Radaelli.