Come proteggere gli utenti da un mutato utilizzo del web

60 secondi con...Andrea Donaggio, Senior Sales Engineer di Forcepoint Italy. Un consiglio alle aziende per essere sicure con i dipendenti in smart working.

Context: la sicurezza degli endpoint e della rete non conosce crisi

Come proteggere gli utenti da un mutato utilizzo del web? 60 secondi con…Forcepoint per svelare, velocemente, come fare. Andrea Donaggio, Senior Sales Engineer di Forcepoint Italy, lo spiega in questa pillola video.

E’ oggi un’esigenza di tutte le aziende, più forte che mai, assicurarsi che i propri dipendenti siano al sicuro mentre lavorino a distanza, ma il panorama delle minacce, in continua evoluzione, amplia sempre di più i rischi per la sicurezza. E’ quindi fondamentale proteggere gli utenti mentre navigano e utilizzano il web in modo diverso.

In molte aziende il personale ha sempre lavorato in ufficio, ma ora lavora da casa, e le soluzioni tradizionali on-premise, come un Secure Web Gateway basato su appliance, proteggono solo gli utenti in rete locale. Come proteggere gli utenti da un mutato utilizzo del web?

La risposta è il Cloud. Ma quanto è sicuro il Cloud? Per alcuni il Cloud è ancora una preoccupazione, ma oltre alla rapida adozione di soluzioni SaaS in ambito applicativo, il Cloud porta più vantaggi che svantaggi, soprattutto per quanto riguarda la sicurezza del web.

Come proteggere gli utenti da un mutato utilizzo del web
Andrea Donaggio, Senior Sales Engineer di Forcepoint Italy

La soluzione Cloud Web Security di Forcepoint, disponibile come soluzione Full SaaS o in modalità Hybrid come estensione nel Cloud della soluzione on-premise, consente agli utenti remoti, anche da casa, il cosiddetto remote working e smart working, di accedere ai contenuti web in modo sicuro e protetto.

Tutti hanno bisogno di accedere al web e di mantenere la produttività bilanciando al contempo l’accesso sicuro, proteggendo i propri utenti e i propri dati.

Cliccando qui potrete vedere le altre pillole da 60 secondi.