Cablaggio strutturato: la tendenza è verso il precablato

Dallo stabilimento di Rosenberger OSI di Tuksony, tra i più grandi d’Europa ecco le risposte dal CEO, Thomas Schmidt.

Cablaggio strutturato: la tendenza è verso il precablato

Quando si prendono decisioni su un nuovo sistema di cablaggio di rete, non solo le prestazioni, la trasmissione affidabile dei dati e la qualità del prodotto giocano un ruolo importante, ma anche il ciclo di vita complessivo della rete.

Il livello fisico della rete sta assumendo sempre più importanza ed è sempre più al centro di considerazioni economiche, di fatto rafforzando la tendenza verso i sistemi di cablaggio preassemblati e strutturati.

 

l successo crescente di queste soluzioni è facilmente comprensibile: i sistemi precablati offrono vantaggi rispetto al ciclo di vita, perché forniscono la flessibilità essenziale per la crescita futura. Inoltre, i sistemi plug-and-play hanno tempi di installazione notevolmente più brevi e quindi costi di manodopera inferiori.

Cablaggio strutturato: la tendenza è verso il precablato
Interno dello stabilimento Rosenberger OSI a Taksony in Ungheria

Anche una buona compatibilità ambientale gioca un ruolo nella decisione a favore dei sistemi preassemblati, poiché producono meno rifiuti di imballaggio e nessuna montagna di cavi residui.
Il prefabbricato fa risparmiare tempo e denaro

Nuovi processi aziendali, requisiti e applicazioni più moderni costringono i data center a crescere continuamente.

Ed è proprio qui che diventano evidenti i vantaggi dei sistemi precablati, perché consentono un cablaggio IT trasparente che è indipendente dall’attuale “flotta di apparecchiature”.

Se la domanda aumenta, il design flessibile del sistema garantisce la scalabilità necessaria per sezioni di cablaggio aggiuntive, poiché le soluzioni precablate sono generalmente pianificate in modo più preciso e quindi più netto rispetto alle soluzioni di giunzione convenzionali.

Inoltre sono indipendenti dall’applicazione, il che evita costose installazioni sbagliate ed espansioni e facilita l’installazione di nuovi componenti di rete.
Il preassemblaggio in fabbrica significa che i clienti ricevono cavi completi, testati, della lunghezza esatta richiesta, con parti e componenti individuali etichettati e protocolli di misurazione chiaramente eseguiti.

L’installatore può assemblare rapidamente l’intero sistema in modalità plug-and-play senza la necessità di strumenti speciali o assemblaggio sul campo. I guasti di rete dovuti a un’installazione impropria in loco e il rischio di contaminazione di parti di collegamento sensibili vengono praticamente eliminati.

I cavi in fibra ottica o in rame preassemblati non solo riducono i costi complessivi dell’installazione, ma consentono anche di rispettare le scadenze del progetto e accelerare notevolmente l’intero processo di implementazione. Anche la gestione, la manutenzione e la risoluzione dei problemi dei cavi sono semplificate.

Infine, un vantaggio anche in termini di sostenibilità: grazie alla modularità del design del data center, i cavi precablati possono essere riutilizzati in varie aree del data center durante la riprogettazione della rete.

Cablaggio strutturato: la tendenza è verso il precablato
Interno stabilimento Rosenberger OSI a Taksony in Ungheria

Alta qualità dalla fabbrica dal cablaggio strutturato

Con un sistema precablato tutto funziona con una attenta pianificazione.

Attraverso un’analisi completa, il cavo e i percorsi di collegamento nelle canaline dei cavi e all’interno degli armadi – e quindi la lunghezza del cavo richiesta – devono essere determinati in anticipo.

Una volta redatto e approvato il piano di installazione, il fornitore realizza in fabbrica i componenti di cablaggio e collegamento del sistema.

Rosenberger OSI utilizza cavi e componenti di alta qualità per i suoi sistemi di cablaggio in fibra ottica e rame preassemblati, cosa che li rende a prova di futuro e che consentono una migrazione senza interruzioni del servizio.

Nell’assemblaggio sul campo, la qualità complessiva dei cavi è spesso compromessa da una scarsa purezza dell’aria, da un’inefficiente lucidatura delle superfici terminali, da una scarsa pulizia e da protocolli di prova inadeguati. I cavi e i componenti preassemblati, invece, vengono sottoposti a una serie di convalide e test, tra cui diversi controlli delle terminazioni.

Al contrario, le soluzioni di giunzione tradizionali devono essere sempre collaudate dopo ogni installazione in loco. Da un lato, questo test rappresenta un’altra possibile fonte di errore, dall’altro significa un elevato dispendio di tempo aggiuntivo; per questo motivo spesso i collaudi vengono fatti a campione.

Le soluzioni precablate quindi non solo garantiscono le prestazioni e l’affidabilità del sistema, ma consentono anche di risparmiare tempo e denaro di installazione in numerose occasioni, ovvero risparmiare sul budget per il necessario sviluppo continuo dei data center.
Ma dove vengono prodotte tutte queste componenti?

Nello stabilimento di Taksony in Ungheria si lavora così

Cablaggio strutturato: la tendenza è verso il precablato
Thomas Schmidt, Managing Director Rosenberger OSI

Nel caso di Rosenberger OSI gli stabilimenti sono tre: in Germania ad Ausburg, in Ungheria a Taksony e ad Apodaca in Messico.

Il sito produttivo di Taksony è particolarmente interessante poichè, oltre all’importanza strategica, è un vero e proprio patrimonio di risorse umane.

Per saperne di più abbiamo posto alcune domande al CEO di Rosenberger OSI, Thomas Schmidt.

Quando è stato realizzato il primo stabilimento in Ungheria? Quali erano i prodotti?

Abbiamo aperto il nostro primo stabilimento nel 1997 con un’area produttiva di circa 4.000 mq. A quel tempo producevamo solo componenti di cablaggio preassemblati per l’utilizzo nei data center.

Quanto è evoluto lo stabilimento, come ampiezza e tecnologia?

Abbiamo ampliato due volte la fabbrica ungherese. Il primo è stato il potenziamento dell’area produttiva con ulteriori 1500 mq e il secondo è stato il nostro centro logistico semiautomatico. Oggi siamo in grado di produrre ogni singola configurazione di cavo e connettore con ogni livello di qualità in Ungheria e in Germania. Chiamiamo questa “produzione a doppio sito” che fornisce una ridondanza affidabile per i nostri clienti.

Quante persone ci lavorano? Come sono composte le squadre di lavoro?

Circa 340 dipendenti dell’intero stabilimento, di cui 300 donne e 40 uomini. 15 qualità, 30 nell’amministrazione, resto nella produzione e nella logistica.

Quali competenze sono necessarie per lavorare nello stabilimento?

Questo varia a seconda del campo di lavoro. Per l’area di produzione, che costituisce la maggior parte della forza lavoro, sottolineiamo buone capacità motorie fini, alto grado di precisione, buona vista e un alto livello di lavoro di squadra.

Quale formazione viene fornita al personale?

La formazione introduttiva viene svolta secondo un piano di inserimento per ogni nuovo dipendente. Inoltre, a seconda delle esigenze dell’impianto, i dipendenti vengono ulteriormente formati secondo una matrice di competenze in modo da poter svolgere attività più diverse. Offriamo anche budget per i dipendenti non produttivi per ulteriore formazione nella rispettiva area di competenza.

Ci può dare un’idea dei tempi di realizzazione dei vari prodotti?

Questo è molto specifico per prodotto e quantità. In generale, un ordine di produzione ha un tempo massimo di elaborazione di 4 giorni, ma questo può anche essere solo di poche ore, dalla prima attività alla bolla di consegna. Attenzione, questo non dice nulla sui tempi di consegna al cliente. Ciò dipende dall’attuale utilizzo della capacità del sito di produzione e dal mix di prodotti.

Green economy: quali attenzioni pone Rosenberger OSI verso l’ambiente?

Abbiamo una politica ambientale molto articolata che contempla la conservazione delle risorse naturali, gestire emissioni inquinanti, prevenire gli incidenti. Ogni dipendente svolge compiti nel proprio ambito di responsabilità e coopera nel raggiungimento dell’obiettivo generale, che costituisce il continuo processo di miglioramento di Rosenberger OSI. IL dettaglio della nostra politica ambientale è dettagliato sul nostro sito.

E quale attenzione viene posta alla sostenibilità?

Abbiamo aggiunto la sostenibilità alla nostra vision. Diventa sempre più importante utilizzare ragionevolmente le nostre risorse. Inoltre, non dobbiamo sottovalutare la nostra responsabilità per tutti i nostri dipendenti che lavorano in tutto il mondo. Dobbiamo assicurarci che rimangano in buona salute, soprattutto nei tempi del Coronavirus.