Vendite di PC, secondo Context il modello business vince sul consumer

Le vendite in volume di PC attraverso i distributori dell'Europa occidentale sono aumentate dell’8% su base annua a luglio 2019

Access management

Vendite di PC, secondo Context il modello business vince sul consumer. L’inizio del terzo trimestre del 2019 ha visto le vendite di PC continuare a seguire il modello che ha caratterizzato gli ultimi trimestri. Una buona domanda da parte degli acquirenti business che ha compensato le vendite dei consumatori privati. Questi sono gli ultimi dati pubblicati da Context.

Le vendite in volume di PC attraverso i maggiori distributori dell’Europa occidentale sono aumentate dell’8% su base annua a luglio 2019, trainate da una crescita del 15% nel settore commerciale mentre le aziende hanno continuato a investire in nuovo hardware in preparazione per la fine del supporto di Windows 7 all’inizio del prossimo anno. Le vendite di notebook sono aumentate dell’11% e i desktop del 25%. Anche i volumi delle workstation sono cresciuti: sistemi fissi del 18% e macchine mobili del 25%. Si può dire che secondo le analisi di Context il modello business vince sul consumer.

Vendite di PC, secondo Context il modello business vince sul consumer

D’altra parte, le vendite di PC consumer sono rimaste deboli, scendendo del 2% a luglio 2019 rispetto allo scorso anno. Il calo è stato trainato da un calo del 3% delle vendite di notebook. Mentre vi è stata una crescita in alcune aree di consumo, inclusi desktop, portatili ultra-sottili e Chromebook, le basi di volume in queste parti del mercato erano troppo piccole per invertire la tendenza negativa.

Vendite di PC, secondo Context il modello business vince sul consumer

Le lacune nella fornitura di processori Intel hanno continuato a incidere sulle vendite di PC, sebbene la maggior parte dei produttori affermi che la situazione sta migliorando.

Marie-Christine Pygott, senior analyst di Context
Si prevede che la domanda commerciale rimarrà forte per tutta la seconda metà del 2019 man mano che la migrazione a Windows 10 continuerà. Mentre una serie di attività promozionali durante i prossimi periodi di ritorno a scuola e del Black Friday probabilmente porterà a un temporaneo miglioramento del trend di crescita dei consumatori, la domanda complessiva dovrebbe rimanere debole.