Infrastruttura cloud, boom di investimenti e il mercato brinda

Canalys traccia la mappa degli investimenti in servizi di infrastruttura cloud, esplosi con la pandemia, analizzando gli andamenti dei principali brand.

Computer Gross distribuisce la sicurezza cloud di Wandera

La spesa per servizi di infrastruttura cloud è aumentata del 32% a 39,9 miliardi di dollari nell’ultimo trimestre del 2020, a seguito dei maggiori investimenti dei clienti con i principali fornitori di servizi cloud e il canale tecnologico. La spesa totale è stata di oltre 3 miliardi di dollari in più rispetto all’ultimo trimestre e quasi 10 miliardi di dollari in più rispetto al quarto trimestre del 2019 secondo i dati di Canalys.

Questa è, ancora una volta, la più grande espansione trimestrale in termini di dollari, poiché le continue restrizioni pandemiche hanno spinto un’intensa domanda di cloud per supportare lavoro e apprendimento a distanza, e-commerce, streaming di contenuti, giochi online e collaborazione.

Allo stesso tempo, una graduale ripresa della fiducia economica ha stimolato gli investimenti nel cloud da parte delle società di tutti i segmenti industriali per guidare la trasformazione digitale.

I fornitori di servizi cloud stanno estendendo i loro investimenti in partnership di canale per mantenere alti tassi di domanda e supportare i clienti, che saranno fondamentali per l’implementazione dei progetti nel 2021 e oltre.

Per l’intero anno 2020, la spesa totale per i servizi di infrastruttura cloud è cresciuta del 33% a 142 miliardi di dollari, rispetto ai 107 miliardi di dollari del 2019. La domanda è stata superiore alle aspettative, nonostante un rallentamento iniziale in grandi progetti guidati da consulenze.

Infrastruttura cloud, boom di investimenti e il mercato brinda
Fonte: Canalys

Amazon Web Services (AWS) è stato il principale fornitore di servizi cloud nel quarto trimestre del 2020, rappresentando il 31% della spesa totale. Dopo un terzo trimestre misto in termini di prestazioni dei clienti, AWS ha registrato una ripresa degli investimenti dei clienti. Ciò ha alimentato una crescita del 28% anno su anno per AWS nel cloud nel quarto trimestre del 2020. AWS sta investendo nel suo ecosistema di partner globale per sostenere il suo slancio, incluso un maggiore supporto per gli ISV, il lancio di nuove competenze dei partner verticali, un’ulteriore espansione nella distribuzione per aumentare l’adozione delle Pmi e nuove partnership in quanto estende la sua strategia di cloud ibrido.

Il tasso di crescita di Microsoft Azure ha subito un’ulteriore accelerazione, fino al 50%, per aumentare la sua quota di mercato nel mercato globale dei servizi cloud al 20%. Microsoft si è concentrata sulla promozione del consumo di Azure in tutti i segmenti di clientela attraverso programmi di vendita di rendite e investimenti per il successo dei clienti, nonché incentivi mirati per il suo canale di partner globale. Ha anche beneficiato della continua forte domanda di Teams, Windows Virtual Desktop e altri servizi Microsoft in esecuzione su Azure a causa dell’irrigidimento dei blocchi.

Google Cloud è stato il terzo più grande fornitore di servizi cloud nel quarto trimestre del 2020, con una quota del 7%. Ha riportato una crescita del 58% nel quarto trimestre del 2020, poiché spinge la sua strategia “cloud aperto” che enfatizza la sovranità, la sostenibilità e la gestione multi-cloud e mantiene l’attenzione sui suoi sei settori verticali target. Ha allineato la sua forza vendita e il suo canale a questi settori, costruendo una rete di partner con competenze specifiche del settore e specializzazioni profonde nelle sue soluzioni prioritarie, come l’apprendimento automatico, l’analisi e la gestione dei dati.

Alibaba Cloud è cresciuto del 54% nel quarto trimestre del 2020, rappresentando il 6% del mercato totale. È rimasto il principale fornitore di servizi cloud nella regione Asia-Pacifico, compresa la Cina. Ha aggiornato la sua strategia di cloud ibrido durante il trimestre, con il lancio del suo Hybrid Cloud Partner Program e di appliance on-premise rivolte alle piccole e medie imprese. Il programma consentirà ai partner di pianificare, progettare e rivendere i servizi Alibaba Cloud con licenze gratuite e core CPU illimitati.

Infrastruttura cloud, boom di investimenti e il mercato brinda
Fonte: Canalys

La domanda di servizi cloud è rimasta forte in tutti i segmenti di clienti aziendali, compresi i settori più colpiti dalla pandemia, come la vendita al dettaglio e la produzione. “Il tasso di digitalizzazione, guidato dal cloud, sta aumentando. Le aziende ora sono più fiduciose nel rilasciare budget per la trasformazione aziendale “, ha affermato Blake Murray, analista di Canalys Research. “I grandi progetti che sono stati rinviati all’inizio dell’anno vengono ridefiniti in base alla priorità, guidati dalla modernizzazione delle applicazioni, dalle migrazioni SAP e dalla trasformazione del posto di lavoro. Sanità, servizi finanziari e prodotti farmaceutici sono tra i settori che aprono la strada, ma anche quelli più sotto pressione stanno dirottando gli investimenti verso il cloud, aprendo nuovi flussi di entrate e diversificando i modelli di business”.

Allo stesso tempo, le piccole e medie imprese continuano a rivolgersi ai servizi cloud per aiutarle a mantenere le proprie operazioni e controllare i costi.

L’approvazione dei vaccini Covid-19 e l’avvio di programmi di vaccinazione di massa aumenteranno la fiducia delle imprese per tutto il 2021, mentre il lavoro e l’apprendimento a distanza continueranno. Ciò manterrà la dipendenza dai servizi cloud e stimolerà lo slancio della spesa, sebbene i clienti diventeranno sempre più consapevoli delle sfide in termini di costi, sicurezza e complessità derivanti da una maggiore adozione del cloud.

Il canale che va dagli integratori di sistemi globali e MSP a rivenditori e distributori, sta giocando un ruolo sempre più importante nel guidare la crescita del cloud in tutto il mondo.

Tutti i principali fornitori di servizi cloud stanno aumentando i loro investimenti nel canale, sia per sfruttare le capacità di consulenza e servizi gestiti dei partner, sia per espandere la capacità di vendita per guidare il consumo del cloud.

Microsoft detiene la quota maggiore del canale indiretto con Azure, sebbene AWS e Google Cloud stiano guadagnando terreno. Nel frattempo, poiché i clienti distribuiscono diversi carichi di lavoro su infrastrutture cloud pubbliche, private ed edge, sono alla ricerca di partner indipendenti con funzionalità su più provider cloud.

“Le organizzazioni si rivolgono a partner commerciali affidabili per consigliare, implementare, supportare e gestire i loro viaggi nel cloud e articolare il vero valore aziendale della migrazione al cloud“, ha affermato Alastair Edwards, Chief Analyst di Canalys. “I progetti di trasformazione digitale dei clienti sono estremamente complessi e richiedono competenze di consulenza avanzate, che combinano competenze tecniche approfondite con competenze verticali, che i fornitori di servizi cloud si affidano ai partner per fornire su larga scala. Si rivolgono anche ai loro partner per promuovere il consumo di cloud e fornire supporto completo per il ciclo di vita dei clienti. Quando le organizzazioni iniziano a considerare lo spostamento di carichi di lavoro più mission-critical nel cloud, si rivolgeranno ai partner per definire le giuste piattaforme e strategie cloud, oltre a risolvere i problemi più urgenti relativi alla gestione dei costi, alla sicurezza, alla sovranità e all’integrazione dell’IT ibrido”.