Avaya Spaces, a che punto siamo a un anno dal lancio

A un anno dal lancio di Avaya Spaces, ChannelTech ha fatto il punto sull'andamento, le novità e i settori coinvolti.

Avaya Cloud Office: nuove funzionalità offerte in pacchetti flessibili

Nel giro di un anno Avaya Spaces, la piattaforma di collaborazione video all-in-one per l’ambiente di lavoro digitale, ha lasciato il segno.

Francesca Aiudi, UC&Collaboration Specialist Leader Avaya International, sottolinea “una crescita confermata dalla disponibilità globale della piattaforma in quasi 100 paesi che, grazie anche alla collaborazione con Google ci ha spinto ad aumentare il numero dei data center, oggi dieci in tutto il mondo, proprio per dare continuità alle attività legate alla nostra piattaforma Spaces”.

Avaya Spaces, a che punto siamo a un anno dal lancio
Francesca Aiudi, UC&Collaboration Specialist Leader Avaya International

A un anno dal lancio di Avaya Spaces

L’obiettivo di Avaya con Spaces è andare oltre il concetto di videoconferenza puntando a un concetto di team collaboration ossia “una piattaforma dove ciascun dipendente può interattivamente lavorare con i colleghi ovunque essi si trovino. Oltre alla partnership con Google – spiega Aiudi – abbiamo consolidato la collaborazione con Nvidia che si tradurrà in una serie di funzionalità avanzate legate all’intelligenza artificiale e nello sviluppo di nuove capacità della piattaforma stessa”.

La nostra piattaforma utilizza il Cloud quale ambiente abilitante l’integrazione di diversi canali di comunicazione, tutti gestibili in un’unica interfaccia, e la possibilità, per le aziende, di mettere a disposizione dei dipendenti virtual room e spazi individuali persistenti. Il vantaggio di risiedere completamente nella nuvola“, sottolinea Aiudi, si traduce nella possibilità per Avaya di rilasciare nuove features ogni due settimane.

“Infine – continua – grazie alla risposta positiva dei clienti, all’esperienza utente innovativa, alle partnership strategiche e alla portata geografica globale, Spaces è stata riconosciuta come “Niche Player” nel Gartner Magic Quadrant for Meeting Solutions 2020 a solo un anno dal lancio”.Avaya Spaces, a che punto siamo a un anno dal lancio

Avaya Spaces e la relazione con il lavoro

Il periodo pandemico ha accelerato il fenomeno del lavoro agile. Le aziende hanno cercato piattaforme che consentano continuità nel business e agilità nel rispondere a un contesto in rapida evoluzione.

Avaya ha recepito da tempo queste istanze di coinvolgimento e di abilitazione di nuove modalità di lavoro e di collaborazione e, infatti, ha centrato la propria strategia proprio sull’engagement dei dipendenti, oltre a quello dei clienti.

La piattaforma Avaya permette alle aziende di “ingaggiare” in modo più efficace i dipendenti, garantendo di raggiungere sempre e velocemente le persone giuste, rendendo più produttivo il lavoro in team e offrendo le soluzioni più appropriate per lo smart working garantendo anche un bilanciamento tra vita privata e professionale.

L’evoluzione e i settori coinvolti da Avaya Spaces

L’evoluzione e i risultati di Avaya Spaces sono in linea con la strategia di Avaya, come di recente ribadito da Nidal Abou-Ltaif, Presidente di Avaya International, che prevede, nel 2021, una migrazione verso il pure cloud.

Spaces infatti risponde in modo trasversale alle diverse esigenze dei mercati verticali ed è utilizzato da aziende, scuole, governi e organizzazioni in quasi 100 paesi.

Dalla Sanità, settore in rapida evoluzione e strategico per Avaya, all’Istruzione, dove Aiudi sottolinea la necessità che hanno avuto scuole e Università di ripensare l’interazione insegnanti-studenti attraverso l’utilizzo di una piattaforma come Spaces per la didattica a distanza, alla Pubblica Amministrazione, dove è cruciale assicurare una comunicazione digitale efficace tra cittadini e istituzioni “Abbiamo usato le API di Spaces per creare soluzioni personalizzate”, spiega. “La soluzione Spaces si trasforma e si adatta alle necessità specifiche dei clienti”, conclude Aiudi.