Context: Covid-19 ha guidato le vendite di notebook e tablet

Secondo le ultime rilevazioni Context, durante Covid-19 sono aumentate le vendite di alcuni prodotti (notebook, tablet) in calo le vendite di desktop e toner. Il canale ha beneficiato di una crescita durante la pandemia.

Vendite notebook a gonfie vele, ma i rivenditori soffrono

La domanda di lavoratori da remoto e studenti a domicilio ha contribuito a guidare una significativa crescita delle vendite, in più categorie di prodotti, durante il blocco da Covid-19 in Italia.

Secondo i nuovi dati di Context, la società di informazioni di mercato dell’IT, l’Italia è stata uno dei primi paesi in Europa colpiti dalla pandemia e uno dei primi a emettere rigidi blocchi governativi che hanno tenuto i dipendenti e i loro figli a casa.

Questo, a sua volta, ha portato a un picco nella domanda di notebook, che è stata la categoria più venduta e una delle più in rapida crescita, registrando una crescita del fatturato del 62,1% su base annua tra la settimana 9 e 25. Altre prestazioni elevate rispetto al periodo erano tablet (+ 64%), cartucce a getto d’inchiostro (+ 11,3%), garanzie e servizi (+ 9,4%), cuffie (+ 54,5%) e software di sicurezza (+ 30,2%).

Sebbene la crescita dei ricavi degli smartphone sia diminuita durante i primi giorni di blocco, restano ancora il segmento con maggiori ricavi durante l’anno e si è tornati a una crescita positiva durante la settimana 19-25 (37,2%) poiché le misure sono state allentate durante la fase 2.

I sistemi integrati hanno visto crescere le entrate del 261% su base annua in questo periodo, mentre la categoria “altri sport e tempo libero” ha visto un aumento delle vendite in volume del 224% grazie a un nuovo schema governativo per sovvenzionare i costi di acquisto di bici o scooter elettrici.

Se da un lato il Covid-19 ha guidato le vendite di notebook e tablet, dall’altra parte, le vendite di desktop hanno continuato a crollare dall’inizio dell’anno e sono diminuite di un ulteriore 29,8% dalla settimana 19 a 25 a causa della continua attenzione al lavoro a domicilio. Anche le vendite di toner (-20,8%) soffrono poiché molti uffici rimangono chiusi.

Sul fronte del display, le categorie di prodotti per la segnaletica digitale come i display di grande formato hanno registrato un calo dei ricavi del -38% durante le sette settimane della fase due, poiché molti consumatori hanno continuato a rimanere a casa e le attività commerciali sono rimaste chiuse, cause da riversarsi sul Covid-19 che ha guidato le vendite di notebook e tablet.

Context: Covid-19 ha guidato le vendite di notebook e tablet
Isabel Aranda, Country Manager di Context in Italia mentre spiega l’andamento della distribuzione

Tuttavia, la notizia positiva è che il canale di distribuzione IT nel complesso è cresciuto del + 20% in Italia durante le settimane 19-25.

“Per il futuro, prevediamo che il lavoro a distanza e lo studio continuino a offrire ottimi risultati mentre i dipendenti e i loro figli rimangono a casa durante l’estate”, ha affermato Isabel Aranda, Country Manager per l’Italia presso Context. “Anche se non è ancora chiaro come sarà il ritorno a scuola quest’anno in Italia, possiamo aspettarci che la domanda di notebook, tablet e materiali di consumo come le cartucce di inchiostro rimanga forte nei prossimi mesi.”