I sindaci scoprono l’Ict per comunicare ai cittadini. Il caso di Sinora

I sindaci utilizzano le soluzioni Ict per comunicare con i cittadini ai tempi del Coronavirus. Sinora spiega la sua iniziativa.

I sindaci scoprono l'Ict per comunicare ai cittadini

Comunicazioni ai cittadini ai tempi del Coronavirus per i Sindaci, soprattutto, che usano i social e l’Ict per comunicare con la cittadinanza, notizie utili, efficaci, rassicuranti e a volte deprimenti, specie di questi tempi di emergenza sanitaria? Già, i sindaci, primi responsabili della salute e della sicurezza pubblica.

La grave emergenza COVID-19 ha riacceso i riflettori sull’importanza di avere fonti di informazione certificate e di poter ricevere comunicazioni direttamente dagli organismi e dagli Enti ufficiali.

In queste settimane Sinora, system integrator nel mondo delle comunicazioni di emergenza, sta proponendo ai Comuni e alle Province una soluzione per la gestione delle comunicazioni di allerta di massa denominata nowtice.

Si tratta, in particolare, di una piattaforma software sviluppata in Italia e progettata per le comunicazioni massive, sia di emergenza sia di carattere ordinario, per le sale operative.

I sindaci scoprono l’Ict per comunicare ai cittadini

Una piattaforma pensata per lo scambio di informazioni multilivello, tra C.O.M. (Centro Operativo Misto), Prefetture, Province, Città Metropolitane, Regioni, Comuni, Unioni di Comuni, e organismi di Protezione Civile.

Nowtice è una soluzione in cloud, software as a service, quindi implementabile velocemente e scalabile.

Da un unico pannello di controllo è possibile inviare con un click allerte alla popolazione su canali di comunicazione multipli e contemporanei, sia tradizionali (come il telefono, gli SMS, pannelli a messaggio variabile, la posta certificata, il sito web del Comune) sia moderni (come social network, app, telegram).

I sindaci scoprono l'Ict per comunicare ai cittadini
La comunicazione ai tempi del Coronavirus

La multicanalità consente così di raggiungere cittadini di ogni fascia di età e di verificare se i messaggi siano stati ricevuti.

Nowtice ha la qualifica AgID, la verifica ministeriale per i servizi digitali delle Pubbliche Amministrazioni, e opera in ottemperanza con il GDPR.

Tra gli ultimi ad averla adottata in questi giorni, c’è anche il Comune di Montichiari in provincia di Brescia che ha trovato in nowtice un valido alleato per il processo di comunicazione verso i propri cittadini.

I sindaci scoprono l’Ict per comunicare ai cittadini

“In questo stato d’emergenza, Sinora sta proponendo massivamente la piattaforma nowtice ai Comuni, in taluni casi anche in formula gratuita per facilitare la presa in carico della piattaforma indipendentemente dalle procedure amministrative di acquisizione” spiega Veronica Marino, Responsabile Vendite e Marketing di Sinora. “L’attivazione dell’account è veloce (richiede circa 48 ore) e l’utilizzo della piattaforma è immediato: basta una formazione di 3 ore che viene erogata online. Si tratta di una soluzione scalabile che può essere utilizzata in queste settimane per le comunicazioni utili a informare la cittadinanza in merito agli sviluppi legati al COVID-19, per comunicare verso la catena di comando, la Protezione Civile, i volontari, ma che può essere anche estesa per gestire, ad esempio, il periodo post-Coronavirus nei prossimi mesi. Stiamo ricevendo numerose richieste e crediamo che nowtice possa essere un valido aiuto per aiutare i Sindaci che in questo periodo più che mai devono informare la popolazione tempestivamente, con comunicazioni chiare e ufficiali.”