Cresce il parco manager di Praim, Manica e Vescovi in pole position

Nicola Manica assume il ruolo di CTO e Michele Vescovi entra in azienda come R&D Manager.

Softpi in crescita del 30%. L'offerta OEM delle tech SAP convince

Cresce il parco manager di Praim. La società si occupa della fornitura di sistemi completi per la creazione e gestione di postazioni di lavoro software e hardware Thin & Zero Client.

Nicola Manica assume il ruolo di CTO e Michele Vescovi entra in azienda come R&D Manager. Entrambi hanno sviluppato un percorso nel mondo IT, Manica è appassionato di sistemi operativi e delle tematiche legate ai settori embedded e real-time. Vescovi ha consolidato un’esperienza quindicennale nelle divisioni di ricerca e sviluppo dell’ICT.

Cresce il parco manager di Praim, Manica e Vescovi in pole position

Nel suo nuovo ruolo, Manica sarà responsabile della definizione delle strategie tecnologiche, coordinando i rapporti e le partnership industriali, identificando e proponendo le linee evolutive dei prodotti Praim. Vescovi, invece, coordinerà il team di sviluppo focalizzandosi sull’ampliamento e sull’innovazione delle soluzioni software di Praim, mirando a intercettare le opportunità di business emergenti da nuovi ambiti applicativi.

Analizzando le singole competenze, Manica, è approdato in Praim nel 2013. All’inizio come analista sviluppatore, diventando poi responsabile del settore Linux e, infine, R&D Manager. Inoltre, ha contribuito all’ingegnerizzazione e alla promozione dei nuovi progetti. Ha assicurato un rinnovamento nel reparto di ricerca e sviluppo e portato alla creazione di un team giovane e molto competente.

Cresce il parco manager di Praim, Manica e Vescovi in pole position

A partire dal 2011, Vescovi ha operato nel reparto Innovazione di TIM – Telecom Italia. Ha seguito il processo di ideazione, brevettazione, sviluppo e prototipazione di nuovi servizi. Arrivato nel 2015 per assumere il ruolo di Project Contact per TIM verso EIT Digital (ente europeo di promozione dell’innovazione tecnologica), coordinando le strategie dei laboratori di Open Innovation di TIM.

Manica si laurea in Informatica e ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Sistemi Embedded presso l’ICT International Doctoral School dell’Università di Trento. Ha completato parte del suo percorso presso la Technische Universität di Dresda. Vescovi, dopo la laurea in Informatica, ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Information & Communication Technology presso l’ICT International Doctoral School dell’Università di Trento. E ha completato parte del suo percorso presso la Concordia University di Montreal (Quebec, Canada).

Cresce il parco manager di Praim, Manica e Vescovi in pole position

Michele Vescovi, R&D Manager di Praim

Nicola Manica, nuovo CTO di Praim Questo cambio di ruolo è stimolante, potrò dedicare più tempo alle partnership strategiche, mentre l’innesto di Vescovi è fondamentale per la crescita dell’azienda. Con la sua esperienza saprà portare il team di sviluppo a un livello ancora superiore e contribuirà a guidarci in un contesto più internazionale.

Cresce il parco manager di Praim, Manica e Vescovi in pole position

Nicola Manica, nuovo CTO di Praim

Michele Vescovi, R&D Manager di Praim Sono rimasto colpito dal potenziale di Praim. Qui si respira esperienza e competenze tecnologiche elevatissime. La mia sfida sarà di incanalare questo potenziale a beneficio dell’evoluzione dei nuovi prodotti. Nell’ottica di renderli efficaci, intuitivi e innovativi, per poter cogliere non solo le esigenze attuali ma soddisfare anche quelle future.