Competenze digitali, Retex Group e Generation Italy lanciano il “Progetto Confucio”

L’obbiettivo è creare nuovi professionisti dell’ICT e web developing da inserire in aziende digital e tech. Pronti 35 tecnici della prima edizione del progetto.

fortinet

L’Italia si colloca tra gli ultimi paesi a livello europeo nella classifica UE delle competenze digitali (20° posto su 27 nel DESI Index 2021). Per affrontare il problema è nata Generation Italy, Fondazione no profit fondata dalla società di consulenza strategica internazionale McKinsey & Company che, attraverso programmi di formazione professionalizzante, intensivi, esperienziali e di breve durata, aiuta giovani nel lanciare la propria carriera professionale e supporta le aziende nel trovare le persone con le competenze e la motivazione di cui hanno bisogno.

Il Progetto Confucio

Progetto Confucio nasce dalla collaborazione tra Generation Italy e Retex Group, con l’obiettivo di portare un contributo su questa tematica. Lo scopo è racchiuso nel nome stesso del progetto, che richiama il filosofo cinese a cui è attribuita la celebre frase: ‘Dai un pesce a un uomo e lo nutrirai per un giorno; insegnagli a pescare e lo nutrirai per tutta la vita’.

Più di 400 ore di lezione da remoto

La prima edizione di Progetto Confucio ha visto protagonisti 35 ragazzi con un’età media di 25 anni, suddivisi in 5 classi tecniche, ciascuna orientata su un linguaggio di programmazione diverso (Java, Dot.net, Vue.JS, Angular, PL.SQL) e coinvolti in sessioni di soft skills, utili a distinguersi positivamente nel mondo del lavoro (es. leadership, team working, behavioral skills and mindsets, ecc).

Più di 400 ore di lezione da remoto

In totale il progetto ha previsto l’erogazione di più di 400 ore di lezione da remoto. Ad oggi oltre il 75% dei ragazzi formati ha trovato lavoro e 19 sono stati assunti da Retex.

Il progetto accoglierà nuove candidature nei prossimi mesi, per nuovi percorsi di formazione realizzati grazie alla collaborazione tra Generation Italy e Retex Group.