Bonus PC: tutto quello che c’è da sapere

Il bonus PC 2021 è un'agevolazione fiscale destinata a famiglie e imprese che intendono dotarsi di dispositivi tecnologici e strumenti per la navigazione.

Bonus PC e Tablet 2021

Il bonus PC e Internet 2021 permette di ottenere uno sconto sulla connessione internet domestica o per l’acquisto di dispositivi elettronici e strumenti di navigazione. Il bonus viene erogato sotto forma di voucher fino a un massimo di 500 euro, ed è attivabile presso gli operatori di telefonia. Ecco tutto quello da papere in merito al bonus PC e Tablet 2021, tutte le modalità e i requisiti per farne richiesta.

Bonus PC e Tablet 2021, cos’è e come funziona

Il bonus PC 2021 è un’agevolazione fiscale destinata a famiglie e imprese che intendono dotarsi di dispositivi tecnologici e strumenti per la navigazione, o migliorare quelli già in loro possesso.
L’agevolazione, che verrà erogata tramite voucher, prevede un contributo che va da un minimo di 200 euro a un massimo di 500 euro.

Il bonus viene erogato da Infratel Italia (Infrastrutture e Telecomunicazioni per l’Italia), una società governativa appartenente al MiSE. Il voucher non verrà consegnato direttamente ai cittadini ma andrà richiesto agli operatori di telefonia, al momento della sottoscrizione del contratto Internet.
Sarà poi compito dell’operatore telefonico sbrigare la procedura e assegnare il valore del bonus che verrà erogato sotto forma di sconto sul canone di attivazione e fornitura del router o dei relativi dispositivi elettronici (CPE) quali tablet e personal computer.
Il bonus PC 2021 può essere erogato solo una volta per ciascun gruppo familiare residente nella stessa unità abitativa.

Se stiamo valutando il trasloco in una nuova casa e vogliamo traslocare la nostra linea Internet, dobbiamo prestare attenzione alle possibili variazioni contrattuali dell’offerta, che potrebbe non essere più disponibile. Questa potrebbe essere un’ottima occasione per fruire del bonus PC e sottoscrivere una nuova offerta Internet.

Il trasloco delle utenze

Il trasloco delle utenze, sia che riguardi la linea Internet, sia l’utenza di luce e gas, deve essere sempre eseguito per tempo, per non rischiare di ritrovarsi nella nuova abitazione senza le dovute utenze allacciate. Se stiamo per traslocare in una casa che non è mai stata abitata, dovremo fare richiesta per un allaccio luce e gas. Se, invece, nella nuova abitazione il contatore è ancora attivo, dovremo semplicemente fare richiesta per una voltura delle utenze, andando così a modificare i dati dell’intestatario delle bollette.
Il trasloco può rivelarsi un’ottima opportunità anche per sottoscrivere una nuova offerte luce e gas, analizzando le offerte dei diversi fornitori presenti sul mercato e selezionando la tariffa più idonea alle nostre esigenze di consumo domestico.

Il bonus Pc rappresenta uno step importante verso la digitalizzazione nazionale, settore in cui, proprio il nostro paese risulta molto indietro. Secondo il rapporto 2020 della Commissione Europea, l’Italia occupa il 25esimo posto su 28 paesi nell’ambito di digitalizzazione di economia e società. Peggio di noi solo Bulgaria, Grecia e Romania mentre sul podio dei paesi più digitalizzati troviamo Finlandia, Svezia e Danimarca.
Analizzando la fascia d’età compresa tra i 16 e i 74 anni, solo il 42% degli italiani possiede delle competenze digitali di base. Ciò, a fronte del 58% della media europea, mentre solo il 22% degli italiani può vantare abilità informatiche avanzate, contro il 33% della media UE.

Bonus Pc e Tablet 2021, tutti i requisiti

Possono accedere al bonus PC 2021 le famiglie con valore ISEE non superiore a 20mila euro. Possono accedere anche coloro che sono privi di una copertura Internet o vogliono migliorare quello in loro possesso. Per usufruire del bonus è necessario:

  • non avere una connessione Internet;
  • disporre di una velocità di connessione inferiore a 30 Mbit/s;
  • disporre di una velocità di connessione di almeno 30 Mbit/s ma essere disposti a passare a una velocità superiore fino a 1 Giga/s.

In particolare, le famiglie con un ISEE inferiore ai 20.000 possono accedere al bonus pc fino a 500 euro (200 euro per Internet + 300 euro per tablet/PC). I nuclei familiari che hanno un ISEE fino a 50.000 hanno diritto a un contributo fino a 200 euro per l’acquisto di una connessione veloce.
All’atto pratico, il bonus PC è stato pensato anche per incentivare la digitalizzazione delle imprese che possono accedere a un rimborso compreso tra i 500 e i 200 euro. In particolare:

  • fino a 500 euro per la connettività ad almeno 30 Mbps (tutte le tecnologie, incluso satellite);
  • bonus PC 2mila euro per passare a una velocità di connessione fino a 1 Giga (fibra).

Qualora l’ammontare del bonus PC non dovesse essere speso tutto, sarà possibile sfruttare la cifra restante per sottoscrivere un nuovo contratto di connessione Internet. Questo, previa rescissione dal precedente contratto.

Come richiederlo?

L’erogazione del Bonus PC ha preso l’avvio il 9 novembre 2020. A partire da questa data è possibile farne richiesta e aderire a una delle molte offerte predisposte da operatori e provider.
É possibile fare richiesta entro massimo 1 anno dalla data di partenza (fino al 9 novembre 2021) o fino a quando non saranno esauriti i fondi (totale di 200 milioni di euro).

La domanda per il bonus PC e Tablet 2021 deve essere inviata direttamente al provider, online o presso negozi fisici. A questo punto, sarà lo stesso operatore che avrà il compito di proporre servizi di connessione e/o vendita di dispositivi informatici su cui verrà applicata l’agevolazione. Per inviare la richiesta, il beneficiario deve allegare:

  • copia di un documento di identità in corso di validità;
  • dichiarazione sostitutiva che attesti che l’ISEE non superi i 20.000 euro e che i componenti del medesimo nucleo familiare non abbiamo già fruito del bonus.