Più tappe di formazione per aiutare i partner a valorizzarsi, Avm spiega

Avm affinerà il programma di canale a seconda della tipologia di partner. Per il 2020 previste più tappe del roadshow.

Cicculli di AVM: c'è fame di 5G e wifi 6

Più tappe di formazione per aiutare i partner a valorizzarsi. Abituare il mercato a vendere soluzioni; formazione mirata a far comprendere le possibili integrazioni tra ciò che Avm propone e altri segmenti di mercato, come per esempio la sicurezza.

Un roadshow itinerante che ha toccato Milano, Roma, Napoli e Bari per incontrare i partner e fare, appunto, formazione, con l’obiettivo di replicarlo e ampliarlo nel 2020.

Tanta ‘carne al fuoco’ per Avm, produttore di dispositivi per la banda larga per DSL, cavo, LTE e fibra, noto per il brand Fritz!, che Enrico Cicculli, B2B Account Manager di Avm Italia, ha declinato e spiegato punto per punto.

Più tappe di formazione per aiutare i partner a valorizzarsi, Avm spiega

In primo luogo la relazione con i partner e il nuovo programma di canale Avm, il Premium Partner Program, lanciato lo scorso mese di maggio. A sei mesi circa dal lancio, Cicculli parla di relazione con partner sia tecnica sia commerciale, dove, in ambito B2B, i partner sono rappresentati sia da system integrator sia da installatori.

Proprio per andare incontro alle loro esigenze, Avm ha realizzato un evento itinerante che ha coinvolto i principali cash & carry dei distributori su cui si appoggia: Brevi, Ingram Micro e Esprinet; oltre a Focelda, Cometa e Runner, più specifici per area territoriale e il supporto di Allnet Italia con un ruolo più da integratore.

Più tappe di formazione per aiutare i partner a valorizzarsi

Come si integrano i prodotti Avm con le soluzioni di security? “Ai partner abbiamo illustrato come le nostre soluzioni potessero connettere impianti di videosorveglianza, security, ecc. Le molte innovazioni portate dalle società hanno indotto i tanti installatori di sicurezza a chiederci formazione, contatti, approcci, facendo corsi presso i distributori. Sul canale – continua Cicculli – abbiamo commerciali molto tecnici che si ‘sanno sporcare le mani’ con i clienti e sui clienti”.

Più tappe di formazione per aiutare i partner a valorizzarsi

Oltre 200 partner che hanno partecipato attivamente al roadshow, Avm ha raccontato come si svolge il lavoro, hanno portato a ogni tappa schede SDM interagendo con i partner. “Il progetto 2020 prevede l’ampliamento a più tappe – spiega – aggiungendo contenuti, raccontando progetti. Il prossimo anno vogliamo dimostrare realmente come funzionano nel concreto le soluzioni: accendendole e riproponendone demo in un’area esperienziale. Tutto questo perché vogliamo aiutare gli installatori che non sanno vendere il proprio lavoro a render possibile tutto questo. Con il nuovo programma di canale – continua – offriremo supporto tecnico, commerciale, marketing, comunicazione”.

Avm fa sapere nel 2020 saranno disponibili novità di prodotto, vi saranno i primi percorsi di certificazione e, pian piano, il programma di canale sarà strutturato e preparato per i singoli partner che, appunto, vanno dagli installatori agli antennisti.