Le aziende faticano a trovare profili IT

Le aziende sembrano non conoscere totalmente i reali bisogni dei professionisti del mondo IT e ciò rende ancora più ardua l’individuazione delle giuste competenze.

Intervieweb, società Zucchetti, acquisisce Digital GUT

Le aziende faticano a trovare profili IT. Techyon spiega perché.

L’ampio scarto tra domanda e offerta di lavoro in ambito Information Technology non sembra essere l’unica causa al reperimento di profili IT.

Le aziende sembrano non conoscere totalmente i reali bisogni dei professionisti del mondo IT e ciò rende ancora più ardua l’individuazione delle giuste competenze.

Il settore ICT in Italia continua a crescere, sotto l’impulso della trasformazione digitale e in controtendenza rispetto ad altri settori, maggiormente colpiti dalla pandemia.

Secondo il Rapporto Anitec – Assinform pubblicato nel 2020, nel 2019 il mercato digitale italiano è cresciuto del 2,1% a 71,9 miliardi di euro.

Malgrado ciò le aziende incontrano sempre più difficoltà nell’acquisizione delle giuste risorse.

Le aziende faticano a trovare profili IT
Federico Colacicchi, Co-Founder & CEO di Techyon

Techyon, società di head hunting specializzata nel segmento Information Technology ha condotto una survey mirata su 100 candidati e 70 aziende con l’obiettivo di verificare l’aderenza tra bisogni e interessi dei profili IT e le leve più utilizzate dalle aziende per attrarre candidati.

L’importanza delle nuove tecnologie.

Dall’indagine condotta tra novembre e 2020 e gennaio 2021 emerge che il 17% delle aziende intervistate utilizza l’adozione di nuove tecnologie quale leva primaria per attrarre profili IT.

In realtà, ben il 50% dei professionisti intervistati individua come principale motivazione che spinge al cambiamento lavorativo la possibilità di lavorare con tecnologie all’avanguardia.

L’aumento di stipendio è secondario.

Le aziende faticano a trovare profili IT
Jacopo Tonelli, Co-Founder & CEO di Techyon

Il 39% delle aziende intervistate ammette di utilizzare l’incremento salariale quale leva primaria per attrarre profili IT, malgrado solo il 18% dei professionisti IT intervistati dichiari di essere interessato in primis all’aumento salariale.

“I profili IT risultano molto difficili da ricercare e attrarre per le aziende, e questa è una pura conseguenza della loro specializzazione tecnica“, spiega Federico Colacicchi, Co-Founder & CEO di Techyon.

Per i lavoratori in ambito IT, la retribuzione è sì una leva di employee attraction, ma non è l’unica”, afferma Jacopo Tonelli, Co-Founder & CEO di Techyon. L’opportunità di lavorare con tecnologie all’avanguardia ha un grande valore, perché permette un aggiornamento costante delle competenze, così come la possibilità di affrontare una crescita professionale e rimanere competitivi sul mercato del lavoro”.